Con la notizia del 20 giugno 2018 l’Ispettorato Nazionale del lavoro affermava la validità esclusiva dei CCNL sottoscritti dalla CGIL, CISL e UIL ai fini del riconoscimento dei benefici contributivi, per il ricorso a forme contrattuali flessibili da parte delle imprese e per l’individuazione degli imponibili contributivi.
In data odierna la suddetta nota risulta legittimamente cancellata dal sito dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, viste anche le numerose istanze di contestazione formulate dalle altre sigle sindacali e a rigor del fatto che è arbitrario considerare validi solo i contratti collettivi firmati dalla CGIL-CISL-UIL in quanto non in linea con il dettato costituzionale dell’art. 39 sul principio della libertà sindacale.
Un risultato importante per l’applicabilità del CCNL Confimpresaitalia – CIU.

Roma, 28 Agosto 2018

CONFIMPRESAITALIA
La Responsabile Nazionale Politiche Sindacali
dott.ssa Serena Manganiello

Translate »